Rifiuti solidi e liquidi

Ogni attività produttiva comporta la produzione di rifiuti solidi e liquidi che devono essere caratterizzati al fine di stabilire le corrette modalità per la loro gestione e smaltimento. La definizione prevista dal D.Lgs. 152/06 Parte IV considera come “rifiuto” qualsiasi sostanza od oggetto (rientranti nelle categorie descritte nell'allegato A alla Parte IV dello stesso decreto) di cui il detentore si disfi o abbia deciso o abbia l'obbligo di disfarsi. Il rifiuto deve essere accompagnato dal relativo codice CER (Catalogo Europeo dei Rifiuti), attraverso il quale è possibile individuare la tipologia di rifiuti in base al processo produttivo dal quale vengono generati.


Questo codice è composto da sei numeri, tre coppie di cifre che rappresentano rispettivamente:

I codici CER vengono suddivisi in non pericolosi e pericolosi, questi ultimi identificati con un asterisco (*) finale. Le analisi di laboratorio sono fondamentali per classificare il rifiuto e determinarne la pericolosità, in particolare nel caso di codici CER “a specchio”, e sono mirate a verificare l'eventuale superamento di valori di soglia individuati dalle normative vigenti. Al di là della classificazione esistono altri motivi per cui è necessaria l’analisi sui rifiuti. Tra questi ricordiamo:

Nel campo dei rifiuti Tèralab offre un ampia gamma di servizi:

SEDE LEGALE
Via del Garda, 48/E - 38068 - Rovereto (TN)
P.IVA e C.F. 02072150226
CONTATTI
Tel. 0464 480581 Fax: 0464 665431
lun-ven 8.30 – 18.00 Email: info@teralab.it